© 2014 - 2020 by Giancarlo Guzzardi

  • w-facebook
  • Twitter Clean

Sirente online - Geografia

Per chi percorre d’inverno la strada provinciale dell’Altopiano delle Rocche, una visione inaspettata si offre allo sguardo: severa e imponente la parete nord del Monte Sirente troneggia al di sopra di prati e ampi dossi boscosi. Appicchi rocciosi che scompaiono nella fitta faggeta, canaloni profondi e solitari, rupi tagliate in mille forme di guglie, torrioni e monoliti, gioghi di prestigio di creste dentellate ed aeree. Questo è il colpo d’occhio mozzafiato, affascinante e severo, che in passato è valso alla montagna l’appellativo di “Dolomiti d’Abruzzo”. Considerando che questa regione non è affatto avara di scorci paesaggistici ammirevoli, di luoghi dove è possibile ancora oggi trovare ambienti che mantengono la loro bellezza inalterata, non sono poi tante le montagne che possono vantare quel pathos arcano e inusuale che solo la presenza della roccia riesce a dare. Il versante nord del Sirente affascina con le sue alte pareti, la conformazione labirintica, una cresta apparentemente difficile da guadagnare.

This site was designed with the
.com
website builder. Create your website today.
Start Now